Dotti amici. Amico Ricci e la nascita della storia dell’arte nelle Marche

Dotti amici. Amico Ricci e la nascita della storia dell'arte nelle Marche

Dotti amiciDotti amici. Amico Ricci e la nascita della storia dell’arte nelle Marche

A cura di Annamaria Ambrosini Massari

Autore del primo studio sistematico dedicato alla storia dell’arte delle Marche, le Memorie storiche delle arti e degli artisti della Marca di Ancona (1834), Amico Ricci ha offerto alla storia dell’arte di questa area periferica rispetto alle direttrici tradizionali della storiografia, una oggi imprescindibile trattazione, attendibile in tutti i settori, non solo per quel che riguarda le tre arti ‘maggiori’: architettura, pittura e scultura, ma anche per quelle cosiddette ‘minori’, quali la ceramica e l’oreficeria, sottoposte allo scrupoloso vaglio della erudizione sette-ottocentesca.

È da questo lavoro di scavo e di recupero che si sviluppa nel mondo degli storici dell’arte italiana il nuovo interesse per i Primitivi, variamente affiorante nelle lettere dello studioso, qui ampiamente raccolte e commentate, di cui Ricci è testimone fin da suo studio del 1829 su Gentile da Fabriano, e poi nello sviluppo dei suoi interessi sempre più vicini al Purismo.

[Descrizione dell’editore]

Leggi la recensione di Giovanni Mazzaferro (g+) su letteraturaartistica.blogspot.it

0 Condivisioni